Il tocco CHIC... nella vita FIT
Il tocco CHIC... nella vita FIT

Sport

Immersioni in Sardegna? Solo al Chia Laguna Diving Center!

Anche l’estate 2019 mi ha portata in una terra stupenda, dove mi sento a casa. Sì, perché, per me, l’estate significa… Immersioni in Sardegna. Ormai da tempo.

Meta abituale, non potendo volare verso mari tropicali, è quest’isola che, ai miei occhi si rinnova di continuo.

Quest’anno è andata di lusso e abbiamo fatto 13 giorni in giro, toccando diversi punti (ve ne parlerò in un altro post), per poi fermarci 5 giorni a Chia.

IMG_9195
0204AB28-06DD-4337-A173-9D440127928B
Murena

Chia Laguna Diving Center, le immersioni in Sardegna sono solo con loro

“Ma le immersioni sono uno sport pericoloso”, mi sento spesso ripetere. Vero? Sbagliato? Vi dico che il diving ha gli stessi rischi di molti altri sport, se sapete a chi rivolgervi.

Ho visto diving center scalcinati, con personale poco competente e solo orientato a portare giù gente. Ecco così è pericoloso.

Le immersioni hanno le loro regole, serve una formazione e un brevetto. Inoltre è importante capire la certificazione per “l’aria” che hanno i vari centri.

Cosa diavolo ci va dentro alle bombole che usate? Perché la robaccia la respirate e può fare la differenza.

6B0E9C2D-D64D-4DEA-9698-011B60FAD869

Cicala

Sorrisi, divertimento, ma severa precisione

Il diving gestito da Davide Morelli è diventato una seconda casa, quando voglio fare immersioni in Sardegna, da quasi 10 anni (o forse più… ho perso il conto).

Davide e Mauro Ecca, il suo braccio destro, sono garanzia di un divertimento senza precedenti e di una competenza e serietà che mi riportano lì tutti gli anni.

Il team del quale si avvale il diving, quest’anno davvero super, comprende Laura, Federico e Marco. Tutti operativi, disponibili e professionali.

IMG_9228
Umbraculum
96EE3971-93D9-4D3B-818A-F074A720EC40
Prostheceraeus giesbrechtii
Un'insenatura di Isola Rossa, Teulada
Isola Rossa

Snorkeler, Principianti, Open e Advance. C’è posto per tutti!

  1. Se volete provare a respirare sott’acqua, potrete fare una prova (previa prenotazione) e sperimentare, in piscina, la sensazione meravigliosa che si vive a ogni immersione. Se poi vi piace? Be, non vi resta che iniziare il corso che dura circa 1 settimana per ottenere il primo livello di certificazione Padi.
  2. Se avete timore, non siete convinti, avete marito, moglie, figli, amici che escono con il Diving Center e volete andare con loro, potete provare a fare snorkeling. Uscirete con il team, e mentre già altri si immergeranno voi potrete curiosare dall’alto nuotando tra le meraviglie di questo mare. Persi tra i Faraglioni di Capo Spartivento o magari nelle insenatura di Isola Rossa
  3. Se siete già certificati Open o Advance (Padi o avete altri brevetti) nessuna paura. Ci sarà sempre la possibilità  di avere una guida per ogni livello di profondità. Insomma, non ci sono scuse.

E l’attrezzatura?

Niente paura. Al diving potrete noleggiare qualunque cosa.

Dall’attrezzatura completa per immergervi, fino a maschera, pinne e boccaglio per fare snorkeling.

L’attrezzatura è controllata, disinfettata e in perfette condizioni, sempre. Potete stare tranquilli.

Grazie al meraviglioso team 2019…

Non mi resta che lasciarvi (qui sotto) le info di contatto e… potete pure andare a nome mio. Sono quella che li stressa sempre con foto e l’ansia di sentire freddo (!!!).

Ma prima il mio grazie a tutto il team di Davide che ha reso speciali e spensierate 4 immersioni da ricordare, come sempre (anche se quest’anno, complice il vento di Maestrale mi sono beccata acqua davvero… fresca!).

Mi mancate già! <3

PHOTO: ph. Davide Morelli, Chia Laguna Diving Center

INFO

Il Diving Center Chia Laguna è all’interno del complesso dell’Hotel Baia, presso il Chia Laguna Resort, ma accessibile e aperto a tutti coloro che vogliono utilizzarne i servizi.

Chia Laguna Resort
località Chia
Domus de Maria 
Telefoo: 338.858 5504
Mail: divingchialaguna@gmail.com

Decathlon Triban RC520, la bici da strada con l’anima gravel

Aspettavo da quasi un anno di provare la Decathlon Triban RC520! Una bici da strada che strizza l’occhio al mondo gravel bike e lo fa alla grande.
In una giornata di sole, le contiamo sulle punte delle dita ultimamente… in compagnia di amici e colleghi abbiamo testato le nuove bici da strada di Decathlon, nate per le lunghe distanze e per incontrare il mondo dei cicloviaggiatori.
Una trend in crescita, infatti, quello della bici non solo per correre o per evitare il traffico cittadino, ma anche per trascorrere vacanze all’insegna della libertà. Read more

Gravel bike? La Milano Gravel Roads è il banco di prova perfetto

Quante volte avete sentito parlare di gravel bike? Quante volte vi siete immaginate percorsi impossibili e un territorio, quello del milanese, inadatto per provare l’emozione di una pedalata sulle strade bianche?

Ieri, come promesso e annunciato ho partecipato alla #MilanoGravelRoads, l’edizione più breve della “madre” di tutte e gravel, quella di 160 km che si svolgerà, nuovamente in autunno.

Milano Gravel Roads di primavera, Zydeco Cinelli
Settaggi delle bici prima della partenza!

Milano Grave Roads, le gravel bike in giro per i Navigli (insoliti)

71 chilometri, esatti. Partenza (e arrivo) presso la Canottieri san Cristoforo di Milano.

Oltre 75 iscritti, una giornata incredibile, numerose gravel bike messe a disposizione dal partner dell’evento, Cinelli, e due team sul percorso.

Uno libero ha pedalato con le guide Turbolento e uno, invece, accompagnato dai maestri  di guida grave,  AMIbike. Per tutti stesso identico percorso.

Un percorso costruito per pedalare, complessivamente, su circa 50 km di sterrato e i restanti su strade asfaltate. Polvere, fatica e diversi “ostacoli” da superare, ma nessuno è rimasto indietro, tutti siamo arrivati e, soprattutto, tutti ci siamo divertiti.

 

Milano Gravel Roads di primavera, quando gli ostacoli sono più grandi di me! Si smonta...
Milano Gravel Roads di primavera, quando gli ostacoli sono più grandi di me! Si smonta…

Un divertimento fatto di concentrazione per la guida su un terreno che può essere un po’ traditore, se non si fa attenzione.

La campagna milanese si è rivelata molto più impervia di quanto immaginassi, con angoli boscosi che hanno costretto i più (me compresa!) a smontare dalla bici e salire a piedi, come si vede nelle foto.

Una sosta nell’angolo (sconosciuto, per me) di Motta Visconti e poi via, di nuovo per i restanti circa 30 km.

Sosta a Motta Visconti
Sosta a Motta Visconti

La mia gravel bike? Zydeco Cinelli, ovviamente!

Da quasi neofita del mondo gravel, ammetto di aver fatto molta fatica. Sì, perché la fatica si fa e non solo sulle salite con la bici da strada.

Non sono abituata alle tante vibrazioni che lo sterrato, i sassi, il bosco e la sabbia causano sul manubrio e, di conseguenza, su schiena, collo e braccia.

Ho pedalato per la seconda volta sulla nuova Zydeco. Monocorona anteriore, 11 rapporti posteriori e una geometria (nella taglia S) calibrata e misurata per una ciclista, come me, tendenzialmente considerata “piccola” in sella.

caratteristiche Zydeco Cinelli, gravel bike
Le caratteristiche tecniche della Zydeco Cinelli, gravel bike

Abituata con ruote lisce e sottili (quelle da corsa) pedalare con le ruote della mia gravel bike mi è sembrato un paradiso, per il terreno con il quale ci siamo confrontati.

Stabile e affidabile ha scodinzolato solo sulla sabbia, ma per mia inesperienza.

Ho fatto fatica? Sì, parecchia. La schiena, a fine giornata si è fatta sentire e tornata a casa mi sono infilata sotto una doccia ristoratrice per liberarmi da polvere e terra!

La meraviglia... Zydeco Cinelli
La meraviglia… Zydeco Cinelli

Divertimento, spesso, fa rima con fatica!

Devo dirvi che è stata una giornata sfidante, divertente e… faticosa.

Certo, faticosa, perché lo sport è anche questo, ma se lo affronti con lo spirito giusto è una vera terapia per mente e corpo. Ho pedalato con tanti amici vecchi e nuovi e ho avuto modo di conoscere di persona una super ciclista come paolabgood (seguitela su instagram!).

Milano Gravel Roads di primavera
Insieme alla super Paola! (@paolabgood)

Ho riso e scherzato, mi sono concentrata e messa alla prova, ho sognato.

Cosa? Quello che solo una bici da gravel può permettere. Ho sognato un po’ i cicloturismo rilassato (e faticoso…) alla scoperta di luoghi unici.

Ora, con la bici giusta, posso provarci!

Turbolento, quando la passione fa la differenza

Ringrazio tutto il mio super gruppo che 3 anni fa mi ha accolta e mi sopporta (oltre che supportarmi).

Senza voi, cari Turbolenti, non sarebbe la stessa cosa pedalare.

Milano Gravel Roads di primavera
Con il “Turbo-Capo”, Paolo Tagliacarne

Bici da corsa: scoprine il fascino con me!

Scoprire la bicicletta da corsa è un po’ come imparare di nuovo a camminare.

A me è accaduto così.

Se anche voi avete voglia di buttarvi nel mondo bellissimo delle due ruote, dovete venire con me.

Quando? domenica 10 marzo.
Insieme al mio fantastico gruppo, i Turbolenti, faremo un’uscita tranquilla, lungo i Navigli per pedalare insieme in occasione di una nuova Fitness Ride.
Le Fitness Ride sono pedalate (su bici da corsa) per scoprire il mondo della bici da corsa, in totale tranquillità e sicurezza. Read more

Cosmobike Show, il successo (indiscusso) della bicicletta

Raccontarvi tutto, sull’edizione di Cosmobike Show che si è appena chiusa, è praticamente impossibile, ma posso lasciarvi immagini, curiosità e pensieri che mi hanno accompagnata per un paio di giorni, sognando di pedalare ovunque. Ho amato molto questa edizione. Moltissime le cose che ho imparato e, soprattutto, tantissime le aziende con le quali ho parlato. Sapete quelle conversazioni che ti danno un po’ la rotta per il futuro del settore e ti fanno pensare “Allora non sono pazza”? Ecco, quelle.
Dopotutto è l’anno del turismo lento, giusto? Read more

Cosmobike show, torna a Verona e torno come influencer!

Il 16 e 17 febbraio non prendete impegni, torna Cosmobike Show Verona per tutti gli appassionati del mondo della bici e dell’aria aperta.

Non voglio portarvi via troppo tempo, ma con grandissima gioia vi comunico che anche quest’anno mi troverete nel team degli influencer scelti da Cosmobike Show, per raccontarvi la fiera della bici dal mio punto di vista. Femminile, curioso, non tecnico (non troppo…) e magari un po’ chic, vedremo! Read more

Milano Gravel Road: 100 km, in bici insieme a Cinelli

Si chiama Milano Gravel Road ed è l’appuntamento firmato Turbolento e Cinelli programmato per il 27 ottobre, all’insegna delle strade bianche.

Per chi ha voglia di affrontare i suoi primi 100 km o per chi vuole osare i 160, ma sempre con all’insegna del “it’s a ride, not a race”.

Io ci sarò e percorrerò il mio sabato lungo i 100 chilometri di Navigli, gustandomi un paesaggio a me caro, ma che cambia a ogni stagione.

Se volete partecipare, avete tempo per iscrivervi fino al 24 ottobre.

Per i più veloci e rapidi ci sarà la possibilità di testare una delle bici Cinelli messe a disposizione (fino a esaurimento) tra le più amate, per affrontare le strade bianche: Hobo, Geo e, ovviamente, la famosissima Zydeco. Read more

Bici da corsa: due weekend di cuore, sorrisi e gambe!

Ripensavo in questi giorni alla mia bici da corsa. Agli amici che mi ha fatto incontrare e alle sfide che mi ha permesso di affrontare questo sport.

E non parlo solo di sport. Sì, questo post lo dedico allo sport in generale. Qualunque esso sia.
Perché ho 45 anni e da sempre ho portato la vita attiva e lo sport nella mia vita e oggi ringrazio Dio di avermi dato questa passione. Read more

Cross Training e training band di Decathlon: per me è un sì!

Cross training e training band sono l’accoppiata per un allenamento perfetto. O meglio, fare cross training usando le training band significa riuscire a conquistare una forma fisica invidiabile e una salute generale a prova di anagrafe.
Il cross training è un allenamento funzionale, ormai lo sappiamo, in grado di migliorare la condizione fisica generale.
Non pensate solo ai super palestrati che vedete nelle gare. Andate oltre (io, non lo sono di certo!). Read more

Turbolento bike fitness: sabato 22 venite con me?

Sabato 22 settembre, non prendete impegni e venite con me al Turbolento bike fitness day. Un mattinata per scoprire la bellezza della bicicletta da corsa.
L’iniziativa è firmata Turbolento Cycling Club e il gruppo è quello che mi ha tenuta a battesimo sulle due ruote da corsa ormai 2 anni fa, circa.

Read more